Avere o non avere,
questo è il problema


Buchi

Curiosamente, la fine della seconda guerra mondiale in Europa è stata seguita dalla nascita di un norme numero di aziende. La guerra, notava J.M.Keynes, è un grande stimolo per l’economia. In effetti, la guerra crea una massa di buchi.

Al cliente manca tutto: cibo, scarpe, bici, auto, casa… La Domanda Bisogno: la strada più breve tra problema e soluzione. Il prodotto è la soluzione. Il prezzo migliore accorcia la distanza.

Il rischio è basso. La domanda crea l’offerta. C’è sempre un buco da riempire che, da parte sua, lancia dei chiari segnali in cerca del chiodo. L’intuizione, la devozione, l’onesta e (a volte) la furbizia sono il vero Fattore Critico di Successo. Si vive alla giornata, si naviga a vista. Servono più i piedi che la testa; si corre tutto il tempo.

Niente succede finché qualcuno non vende qualcosa. A questo punto, il Cliente sa tutto e decide a chi va l’ordine, e così diventa il re del Mercato. La scena diventa interessante, con il Cliente al centro, sul piedestallo, e tutti intorno a lui ad offrire devozione.

Il fuoco d’artificio è il miglior mezzo per farsi notare: “Ehi, ci sono anch’io…”, alla ricerca di un pezzo della torta.

Quando i Buchi superano i Chiodi vince il Lavoro Duro.

[...] possono scegliere qualsiasi colore purché sia nero.
~ Henry Ford